Curiosità

Misteri e curiosità legati alla storia di Enigma

A Londra si trova un particolarissimo museo, il Cabinet of War. Durante la Seconda guerra mondiale era una sorta di “quartier generale” inglese , in cui si riuniva il Gabinetto di Guerra presieduto da Winston Churchill. Situato sottoterra in base a una misura precauzionale resa necessaria dai numerosi bombardamenti tedeschi a cui fu sottoposta la città di Londra, in esso confluivano le informazioni provenienti da Bletchley Park e si decideva come sfruttarle…

Da un recente sondaggio è emerso che Winston Churchill è considerato il più grande inglese di tutti i tempi. Ciononostante, sono stati e sono tuttora numerosi, sia in patria che fuori, i detrattori dell’ex primo ministro, che hanno accusato più volte il governo inglese di essere sceso a pesanti compromessi pur di depistare il nemico e di non fargli comprendere che il codice Enigma era stato violato. Pur di mantenere il segreto, infatti, si permisero attacchi che determinarono alcune sconfitte. Altre volte Churchill è stato accusato di aver usato le informazioni ricevute in maniera abbastanza “discutibile”: anni fa l’apertura di alcuni archivi ha insinuato il dubbio che Churchill, venuto a conoscenza dell’attacco giapponese contro gli americani a Pearl Harbour (dicembre 1941), non abbia avvertito il governo Usa perché voleva fortemente che l’America entrasse in guerra e lo aiutasse nella lotta al Nazismo.

Churchill visitò una sola volta Bletchley Park, il 6 settembre 1941, e rimase molto sorpreso dal modo in cui si lavorava: entrando in varie stanze, trovò alcuni scienziati, tra cui lo stesso Turing, seduti per terra intenti a smistare mucchi di carta. Prima di tornare a Londra, il Primo Ministro tenne un breve discorso, che cominciò così: “A guardarvi, non si direbbe che siate a conoscenza di un segreto…”

La storia di Enigma, che ha ispirato la realizzazione di non pochi film e libri, non sarebbe completa senza un cenno alla guerra sul mare. Spesso a Bletchley Park arrivarono notizie e documenti importanti dopo la cattura di navi o sommergibili tedeschi. Anni fa, proprio un film americano ha scatenato dure polemiche tra Gran Bretagna e Stati Uniti. Il film racconta la cattura di un sommergibile tedesco e la conseguente scoperta dei cifrari nazisti. Contrariamente a quanto avviene nel film, questa operazione, che peraltro è stata eseguita più volte, soprattutto nell’Atlantico, tra il 1940 e il 1043, era stata portata a termine da marinai inglesi, non americani. Probabilmente, se il film fosse stato realizzato negli anni Sessanta o Settanta, gli inglesi non si sarebbero risentiti così tanto: nella migliore tradizione spionistica, infatti, l’intera operazione Enigma è stata tenuta segreta per decenni dal governo inglese, che ha preferito attribuire il merito di tante battaglie vinte ai suoi generali, o lasciare che si diffondessero sospetti di tradimenti e sabotaggi.Solo sul finire degli anni Settanta sono stati resi pubblici i primi documenti sulla vicenda e solo nel 1997 l’Imperial War Museum ha dedicato una mostra celebrativa alla guerra segreta condotta dagli uomini di Bletchley Park.

Bletchley-Park3_2436845b

I misteri non finiscono qui: nell’aprile del 2000 un ladro particolarmente abile si è introdotto qui a Bletchley Park, sottraendo la macchina Enigma che era conservata nel salone principale della Villa. Un vero furto da professionisti, se si considera che l’urna di vetro all’interno della quale era custodita la macchina non è stata rotta e che non è stata riscontrata la presenza di impronte digitali. Alcuni mesi dopo la direzione del Museo di Bletchley Park ha ricevuto una richiesta di riscatto. Qualche tempo dopo alcune lettere di riscatto apparvero sulla stampa inglese, chiedendo denaro in cambio della restituzione della macchina. In alcune erano riportati problemi matematici legati al sistema crittografico di Enigma. L’anno successivo un famoso giornalista della BBC ricevette un pacco nei suoi uffici a Londra, nel quale trovò la macchina Enigma rubata a Bletchey Park. Non è stato mai chiarito chi abbia commesso il furto. Un uomo è stato arrestato e condannato a 2 mesi di carcere per traffico di oggetti rubati, ma i mandanti del furto non sono mai stati scoperti.

Alan_Turing_statue

La cosa più sorprendente di tutta la storia è però il finale, non tanto quello vero, quanto quello che sarebbe potuto essere. Da tempo, infatti, gli storici discutono su cosa sarebbe accaduto se la guerra in Europa, anziché finire nel maggio 1945, fosse durata più a lungo. Si sa che i tedeschi erano sul punto di schierare nuove armi micidiali: missili, aerei a reazione, forse anche la bomba atomica. E nel maggio 1945 stavano per attuare una decisione che forse avrebbe messo Bletchley Park con le spalle al muro. A Berlino, infatti, si era deciso di cambiare radicalmente le tabelle per definire le chiavi per cifrare i messaggi in codice. Chissà se Alan Turing e gli altri crittoanalisti di Bletchley Park sarebbero stati in grado di risolvere questo nuovo “enigma”…

enigma1

Scarica l’Evaluation
di Enigma Lite Desktop Edition

enigma2

Acquista ora ENIGMA